Consulenza del lavoro

Lo Studio si occupa con estrema competenza e professionalità, sfruttando il prezioso supporto dei migliori software e banche dati, della gestione dell'intero processo del rapporto di lavoro, dall'assunzione all'elaborazione delle paghe e contributi sino alla cessazione. Lo Studio si interfaccia con gli Istituti previdenziali e assistenziali e si fa carico di tutti gli adempimenti obbligatori. I nostri professionisti rappresentano il Datore di lavoro in contrattazioni sindacali, procedure di mobilità o transazioni con i dipendenti. Lo Studio, se il Cliente lo ritiene opportuno, seleziona le persone migliori per i ruoli amministrativi e finanziari e si occupa degli adempimenti relativi a lavoratori extracomunitari. Lo Studio è, inoltre, dotato di un Ufficio Autorizzato CAF per assistere i dipendenti, sia individualmente sia in convenzione con il datore di lavoro, per la compilazione della dichiarazione dei redditi mod. 730. In più fornisce un competente servizio di Patronato.

  • Elaborazione paghe e contributi
  • Gestione rapporti con enti previdenziali e fondi integrativi
  • Consulenza in materia di lavoro
  • Elaborazione budget del personale
  • Pratiche di assunzione, licenziamento e trasformazione
  • Autoliquidazione INAIL
  • Elaborazione Certificazione Unica
  • Elaborazioni ratei e TFR
  • Consulenza su scelta e applicazione del CCNL
  • Conteggi per vertenze di lavoro
  • Assistenza in caso di visite ispettive del lavoro o previdenziali
  • Procedure di cassa integrazione e mobilità
  • Pensioni
  • Disoccupazioni
  • Maternità e assegni familiari
  • Invalidità civile e disabilità
  • Portale immigrazione
 

News dello studio

feb28

28/02/2023

Novità - Febbraio 2023

Novità Febbraio 2023

feb18

18/02/2023

Circolare - Gennaio 2023

Novità - Gennaio 2023

News

lug19

19/07/2024

Prisma: servizio esteso a cittadini e patronato

Nel messaggio n. 2650 del 2024, l’INPS

lug19

19/07/2024

Fondo bilaterale professioni: da luglio il contributo addizionale

L’INPS ha pubblicato il messaggio n. 2651